Storia

1948 - Anno di fondazione del gruppo Rotofinish Europeo, licenziatario della Rotofinish Americana di Detroit. Tra i fondatori della Rotofinish Italiana, il Dott. Enrico Mora (vedi immagine). Allora si rompevano a mazzate i grossi sassi per farne pietre più piccole che, dopo essere state macinate e vagliate, avrebbero costituito gli abrasivi. All'epoca le macchine venivano chiamate buratti o "barili".

1960 - Le macchine a vibrazione, grazie alla possibilità di introdurre i primi automatismi (tra cui la separazione pezzi abrasivi), ampliarono le possibilità di mercato della nostra tecnologia che da quel momento fu denominata "vibrofinitura".

Erano gli anni in cui fu costruita la "Villa Vibrante", enorme macchina da qualche metro cubo di capacità, che fu venduta ad un cliente produttore di piccole campane di bronzo. La macchina era infossata in un buco all'aperto in modo da poterla caricare ribaltando direttamente il cassone del camion e veniva scaricata da un operaio armato di forcone che entrava con gli stivali all'interno della vasca vibrante. Quando la macchina lavorava, le campane messe a sbavare tintinnavano ed il suono si propagava per tutta la valle. Una volta poi, vibrarono anche l'operaio...

1970 - Le innovazioni continuarono a crescere a ritmo incessante e quella che era una specie di arte divenne in questi anni una vera e propria tecnologia. La nostra Società si qualificò con molti brevetti e realizzazioni d'avanguardia tra cui le macchine a forza centrifuga, le linee automatiche integrate, gli impianti trattamenti reflui, gli abrasivi preformati ceramici e plastici.

1980 - Sono gli anni della certificazione del nostro Sistema Qualità Aziendale secondo la norma UNI EN ISO 9002 e del conseguente consolidamento della posizione di market leader in Italia.

1990 - Con l'acquisizione del gruppo Rotofinish da parte di Rösler International siamo diventati leader mondiali nel settore del trattamento superficiale ed abbiamo completato la gamma offerta, in termini di soluzioni di finitura superficiale. L'entrata nel settore della granigliatura, attraverso l'acquisizione della Hunziker Industries, è l'ultimo tassello che completa il progetto "soluzione globale Rösler".

2000 - Viene inaugurata la nostra nuova sede a Concorezzo, progettata e realizzata attorno al proprio cuore: il laboratorio prove, sempre pronto ad accogliere le richieste e a proporre le migliori soluzioni ai problemi del cliente. La nostra nuova sede si sviluppa su una superficie totale di 13.000 mq, di cui 5.000 adibiti a reparti produttivi, 2.500 ricoperti dagli uffici e 500 dal laboratorio prove.

2003 - Rösler Italiana ottiene l'estensione del proprio Sistema Qualità Aziendale secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000 per le seguenti attività: "produzione e commercializzazione di preformati abrasivi plastici, commercializzazione di abrasivi ceramici e di prodotti chimici per i trattamenti superficiali dei metalli nonchè per il trattamento delle acque reflue, progettazione, produzione e commercializzazione di macchine per la finitura delle superfici e impianti per il trattamento delle acque reflue, commercializzazione di impianti di granigliatura e dei relativi prodotti".

2004 - Il Gruppo Rösler acquisisce Vapor Blast, azienda specializzata nelle applicazioni per l'industria aerospaziale, e Köhne GmbH, azienda operante nel settore degli impianti di conservazione, estendendo così il suo raggio d'azione grazie a nuovi settori operativi.

2006 - La Casa Madre della Rösler Italiana, Rösler Oberflächentechnik GmbH in Germania, acquisisce il costruttore di granigliatrici JetwheelBlast USA, e costruisce un nuovo reparto dedicato alla Divisione di Granigliatura a Untermerzbach, Germania.

2007 - Rösler Oberflächentechnik GmbH acquisisce il costruttore di granigliatrici Baiker Maschinenbau AG, Svizzera. Acquisizione di due produttori di chips plastici: Polyflow e ElectroHone - USA.Investimento di 10 milioni di Euro in edifici e attrezzature per la Divisione di Granigliatura alla sede di Untermerzbach, Germania. Acquisizione di Reni Cirillo S.p.A., marchio storico italiano nel settore della produzione di impianti di vibrofinitura.

2008 - Costruzione di nuovi uffici e di un nuovo padiglione a Untermerzbach, Germania. Investimenti in nuova tecnologia: macchine a taglio laser, macchine utensili (6 milioni di euro). Nasce la nuova consociata Rösler SurfaceTech Private Limited, India.

2011 - Acquisizione di RUTTEN Wheels, leader mondiale da oltre 20 anni nel capo delle turbine di granigliatura Long Life. Investimento di 7 milioni di $ nello stabilimento di Battle Creek, negli Stati Uniti: nuova area di 11.000 m2 dedicata al taglio laser, fabbricazione delle strutture in acciaio, operazioni con macchine a controllo numerico, montaggio e uffici amministrativi.

2012 - Costruzione di due nuovi capannoni e un magazzino verticale automatico con piazzale di carico nello stabilimento di Untermerzbach. Investimento di 8,5 milioni di € nel sito produttivo in Germania. Espansione della presenza in India con un nuovo impianto per la produzione di sistemi di granigliatura e vibrofinitura destinato allo stabilimento di Pune, Maharashtra.

2013 - Siamo il leader europeo del settore della granigliatura per numero di nuovi impianti venduti.

2014 - Apertura di un nuovo impianto produttivo a Pune, in India: 2680 m² di superficie produttiva con un'area aggiuntiva per gli uffici pari a 240 m².

2015 - Riorganizzazione del Gruppo Rösler. Stephan Rösler nomina Frank Möller come Direttore Operativo Granigliatura e Volker Löhnert come Direttore Operativo Vibrofinitura.

Certificazione UNI CEI EN ISO 50001 per la gestione dell'energia

2016 - Espansione dell'area uffici di Untermerzbach per un totale di 320 m². Espansione dell'area di produzione di media a Bad Staffelstein per un totale di 5.600 m².

Ad oggi il Gruppo Rösler dispone di oltre 1600 dipendenti in tutto il mondo, dei quali 990 in Germania. La rete di distribuzione è composta da 15 Filiali e oltre 60 Rappresentanti a livello mondiale. Nonostante le dimensioni e lo sviluppo che abbiamo raggiunto, siamo comunque un'azienda "familiare" e vogliamo rimanere tale anche in futuro.